8 errori nell'uso di caschi ed elmetti

Affinché un elmetto protegga in modo affidabile la testa dagli urti e dalla caduta di oggetti, è importante conoscere alcune sottigliezze nell’utilizzo. A volte indossiamo un casco in modo errato e non sospettiamo nemmeno che qualcosa non vada. Non ispezioniamo i DPI in tempo, semplicemente perché non conosciamo la frequenza con cui bisogna controllare un casco.

Diamo un'occhiata a 8 errori comuni nell'uso dei caschi e discutiamo insieme di quale sia la procedura corretta da attuare.

Errore 1:

Gettare immediatamente le istruzioni  dell' elmetto.

Le istruzioni dettagliate sono fornite insieme al casco e sono assolutamente fondamentali: ci sono davvero molte informazioni utili al loro interno. Ad esempio, viene spiegato come regolare la taglia del casco, per quanti mesi i caschi possono essere utilizzati, a quale temperatura conservarli, ecc. Pertanto, è necessario leggerle approfonditamente e conservarle con cura in modo da poterle consultare per ogni evenienza.

Errore 2:

Utilizzare il casco per scopi differenti da quelli consigliati.

Un casco è un accessorio necessario per proteggere la testa mentre si lavora in un cantiere edile o in un'officina. Il materiale del casco è resistente, ma è progettato per un certo carico e non può proteggere da ogni tipo di  impatto.


Pertanto, se il casco è adibito alla costruzione, non dovrà essere utilizzato per l'arrampicata su roccia o al posto di un casco protettivo in uno sport specifico. Ci sono DPI appositamente progettati per ogni occasione: rispettiamo quella specifica per la quale il nostro casco è stato progettato!

Errore 3:

Non ispezionare un casco prima di indossarlo

Ogni volta prima dell'uso, è necessario controllare almeno brevemente il casco e constatare che non ci siano crepe, deformazioni e malfunzionamenti vari. Ispeziona la superficie stessa del casco dentro e fuori, controlla l'attrezzatura e il sottogola, nonché i dispositivi di fissaggio: assicurati che tutto sia effettivamente intatto.

Errore 4:

Maneggiare il casco con noncuranza.

Un casco si consumerà molto più velocemente se ci si siede sopra, se si mettono sopra ad esso oggetti pesanti o se lo si lancia contro una superficie dura. Il materiale è forte, ma ancora una volta non è necessario testarne la resistenza: va utilizzato con cura e comunque con attenzione, come quasi tutti i prodotti.

Errore 5:

Non regolare il casco per adattarlo alla propria testa

Indossare un casco "così com'è" senza regolazione è profondamente sbagliato. 

Prima di utilizzare il casco per la prima volta, è necessario provarlo e adattarlo esattamente alla misura giusta della propria testa in modo che non oscilli e che non si comprima. Non bisogna nemmeno dimenticare di regolare anche il sottogola. Qualora non si riuscisse ad adattare il casco e risultasse ancora scomodo, significherebbe che il casco non fa al caso vostro e sarebbe opportuno provare e scegliere un altro modello.

Errore 6:

Ignorare le temperature consentite.

Ogni modello di casco ha un intervallo di temperatura consentito in cui può essere indossato e riposto. Nelle istruzioni queste informazioni sono sempre indicate.

Innanzitutto, bisogna fare attenzione alla temperatura massima consentita. Per i caschi ordinari, il più delle volte è di + 50 ° C. Ciò significa che un tale casco non deve essere lasciato sotto i raggi diretti del sole, posizionato accanto a una batteria calda, ecc.

In secondo luogo, è importante rispettare la temperatura minima. Per diversi modelli, questa va fino a -30°С, talvolta anche fino a -50°С. Bisogna sempre tenere a mente anche la temperatura più bassa che il casco consente: altrimenti il ​​casco potrebbe rompersi dal freddo.

Errore 7:

Consentire ai prodotti chimici di entrare a contatto col casco

Solventi, pitture e vernici, colla, prodotti petroliferi: questi non devono assolutamente entrare nel casco, in quanto possono danneggiare il materiale in maniera irreversibile. Alcuni modelli sono resistenti agli agenti chimici, ma non tutti e anche in caso lo fossero è consigliata comunque estrema cura.

Errore 8:

Non sostituire in tempo un casco con uno nuovo

Il casco può essere utilizzato sempre purché sia in buone condizioni tecniche e a patto che la sua vita operativa non sia scaduta. Qualora queste condizioni si applicassero, bisognerebbe gettare il caso: farlo smaltire separatamente o consegnarlo a chi di dovere se il casco è stato rilasciato sul lavoro.


Il casco dovrà essere comunque sostituito se:

  • Ha subito un forte colpo e si è rotto/danneggiato;
  • Eventuali difetti sono stati rilevati su di esso durante il controllo;
  • Gli standard di sicurezza sono cambiati e il casco non li soddisfa;
  • Per qualsiasi motivo si dubita dell'affidabilità di un casco: è sempre meglio giocare sul sicuro.