Autosalvatore

Autosalvatore

Tra i nostri prodotti principali, la gamma di DEZEGA costituisce senza dubbio un’eccellenza per noi e per i nostri clienti. Un’azienda storica ucraina, DEZEGA è uno dei maggiori sviluppatori e produttori al mondo di attrezzature per il salvataggio in miniera e spicca particolarmente per quanto concerne la produzione di autosalvatori. 

Gli autosalvatori sono prodotti pensati specificatamente per salvare le persone in situazioni di emergenza, quando l’aria circostante risulta irrespirabile. Va quindi da sé che siano maggiormente utilizzati dai minatori nei tunnel sotterranei e nelle miniere, nonché da tutti quei lavoratori nei cantieri che hanno necessità di lavorare in ambienti al chiuso dove, in condizioni particolari, l’aria può diventare tossica. È il caso soprattutto di avvenimenti quali incendi, esplosioni, perdite di gas, crolli strutturali presso luoghi al di sotto del suolo. 

Il grande vantaggio degli autosalvatori DEZEGA consiste nel loro peso estremamente ridotto, nel prezzo vantaggioso e nella loro praticità: si tratta di attrezzature pensate per essere trasportate quotidianamente dall’utilizzatore o sulle spalle o a tracolla, da utilizzare solamente qualora sussistesse un’emergenza. 

Gli autosalvatori possono durare fino a 10 anni inutilizzati dalla loro data di produzione. Dopo questo lasso di tempo è bene sostituirli, poiché le sostanze chimiche al loro interno che permettono la creazione di ossigeno possono deteriorarsi e diventare meno efficaci. Si tratta comunque di un intervallo estremamente lungo, che rende anche il prezzo di questi articoli davvero valido e irrisorio, se appunto paragonati alla loro potenziale vita operativa. 

DEZEGA offre una vasta gamma di autosalvatori, con diverse durate e differenti punti di forza. Tra i prodotti principali ci sono il Ci-30 KS (l'auto salvatore da 30 minuti), il PVMKS (60 minuti) e il P-30EX, che può durare fino a 4 ore. 


Una peculiarità di DEZEGA è la possibilità di offrire anche dei dispositivi di allenamento, i cosiddetti “Trainer”, necessari per poter prendere confidenza con gli autosalvatori, capire il loro funzionamento e osservarne la struttura. I trainer possono infatti essere aperti e chiusi a piacimento: è possibile comprendere quindi da cosa gli autosalvatori sono costituiti e allenarsi ad aprirli e chiuderli, testando anche la procedura di indossamento. Oltre a questo, si può respirare tramite il boccaglio, testando così la resistenza alla respirazione del dispositivo e abituandosi a posizionarlo correttamente in bocca. Tutto ciò è essenziale per poter essere pronti e preparati in una situazione di emergenza.


I vantaggi dei trainer non finiscono però qui: 

Se è vero che differentemente dai veri autosalvatori al loro interno non è presente la cartuccia rigenerativa responsabile della produzione di ossigeno, è possibile acquistare dei kit da 15 o 30 minuti, da posizionare al loro interno per poter generare ossigeno: in questo modo, il lavoratore col trainer avrà un autosalvatore a tutti gli effetti e potrà ricreare un’esperienza completa, che risulta davvero essenziale: l’ossigeno originato dalla reazione chimica ha un gusto particolare e risulta un po’ diverso da quello consueto, ragione per cui è bene che gli utilizzatori lo testino prima di una situazione di emergenza. Qualora questo non avvenisse, i lavoratori potrebbero pensare che l’autosaolvatore sia rotto o difettoso a causa del gusto peculiare, il che potrebbe portare talvolta a spiacevoli conseguenze. Infine, prima della pandemia una cartuccia da 15 minuti poteva essere testata per la respirazione da più persone, sfruttando al massimo il prodotto ed eliminando i costi. 

Prima di acquistare un autosalvatore, è consigliato quindi sempre anche l’acquisto di un dispositivo di prova per i motivi sopracitati.