Perché è meglio un respiratore?

Un respiratore è un mezzo affidabile per proteggere gli organi respiratori da aerosol, virus e batteri. Vi raccontiamo qual è il segreto della sua efficacia e le regole di utilizzo.


Quando si sceglie un dispositivo di protezione delle vie respiratorie, non tutti capiscono ancora appieno cosa è meglio prediligere: una semplice maschera medica, una maschera igienico-sanitaria in tessuto o un respiratore. Ovviamente tutto dipende dalla situazione, ma se stiamo parlando di una protezione affidabile contro i virus ti consigliamo di scegliere un respiratore: in questo articolo spiegheremo perché e ti diremo anche come usarlo correttamente.


AFFIDABILITÀ DI FILTRAZIONE

Riguarda il principio del respiratore: la filtrazione elettrostatica. Viene eseguito dall'intera parte filtrante del respiratore, realizzata in materiale filtrante polimerico a fibra fine con effetto elettrete stabile. Gli elettrete sono analoghi elettrici dei magneti permanenti, dielettrici che mantengono una carica a lungo dopo la rimozione di un'influenza esterna che ha portato alla carica e sono in grado di attrarre particelle con una carica opposta.

I materiali filtranti a fibra fine Electret per respiratori sono ottenuti mediante spruzzatura aerodinamica di polipropilene fuso. Le fibre formate a seguito della spruzzatura sono ancora allo stadio di hot melt, trascinate da un flusso di aria compressa ad una pressione di 1,5-3 atm, vengono sottoposte ad elettrificazione in una scarica corona con una forza di 5-12 kV/ cm. Ciò conferisce al materiale formato dalle fibre una carica elettrete stabile, grazie alla quale le particelle caricate positivamente e negativamente dall'aria vengono attratte da esso, come un bastoncino di ebanite.

Le particelle dell'aria non solo vengono attratte, ma in realtà "si attaccano" al materiale filtrante del respiratore e non si fermano solo meccanicamente, come accade quando si utilizzano maschere mediche e igieniche.

A seconda di cosa e in che misura l'aria è inquinata, il respiratore può essere dotato di ulteriori strati di protezione - da un certo tipo di aerosol, solventi organici, ecc.


DIVERSI LIVELLI DI PROTEZIONE

Lo scopo di un respiratore è proteggere da due gruppi di contaminanti: aerosol e gas (vapori).

Gli aerosol sono particelle solide o liquide di una sostanza abbastanza piccole da galleggiare liberamente nell'aria. Si tratta di microparticelle, polvere, fumo e goccioline (nebbie) di una sostanza. Di norma, gli aerosol possono essere visti e non hanno un odore specifico.

Gas e vapori sono sostanze che, in condizioni normali, sono costituite da molecole e atomi separati che non sono interconnessi. Gas e vapori sono spesso invisibili e di solito hanno un odore specifico.

I respiratori sono disponibili in tre livelli di protezione: FFP1, FFP2 e FFP3.

FFP1 - protegge solo da aerosol solidi grossolani (polvere grossolana), non adatto per la protezione da sostanze cancerogene e radioattive, microrganismi (virus, batteri, funghi e loro spore), nonché da enzimi. I respiratori con questo indicatore hanno una bassa efficienza di filtrazione e trasmettono fino al 20% degli aerosol nocivi. In realtà, si tratta di analoghi delle mascherine in tessuto medico e igienico-sanitario, con l'unica differenza che i respiratori sono più efficaci, poiché aderiscono perfettamente al viso.

FFP2 - Questi respiratori filtrano fino al 94% dei contaminanti. Non vengono utilizzati solo per la protezione da sostanze radioattive ed enzimi, ma anche in altri casi.

FFP3 - i respiratori sono altamente efficienti, purificano l'aria inalata dal 99% delle impurità e non hanno restrizioni d'uso.


Di conseguenza, per la protezione contro i virus, scegliere respiratori con gradi di protezione FFP2 e FFP3.


PER QUANTO TEMPO SI PUÒ USARE UN RESPIRATORE?

Tutti i respiratori sono monouso. Ma il periodo del loro utilizzo è limitato dalle raccomandazioni "Fino a difficoltà respiratorie" o "Fino a bagnatura". A seconda del grado di inquinamento atmosferico e delle condizioni d'uso, i respiratori senza valvola funzionano efficacemente, secondo alcuni rapporti, fino a 3-4 ore e i respiratori con valvola di espirazione - fino a 8 ore.

La mascherina medica deve essere cambiata ogni 2 ore o più spesso (se si bagna a causa della tosse o degli starnuti). Le stesse raccomandazioni si applicano alle mascherine in tessuto igienico-sanitarie.


QUALE RESPIRATORE SCEGLIERE, CON O SENZA VALVOLA?

Coloro che hanno esperienza nell'uso di un respiratore spesso si lamentano che è difficile respirare attraverso esso, ma quando si sceglie questo rimedio, non tutti prestano attenzione alla presenza o all'assenza di una valvola di espirazione.

Se utilizzi un respiratore senza valvola di espirazione, potresti avvertire disagio a causa della difficoltà di rimuovere il calore e l'umidità dallo spazio della maschera. L'aria espirata ha una temperatura di circa 36°C e un'umidità del 100%. Questo è ciò che crea la sensazione di mancanza di respiro: tutti sanno quanto sia difficile respirare con tempo caldo e umido. Pertanto, per un maggiore comfort, consigliamo di scegliere un respiratore con valvola di espirazione.


RESPIRATORI CON VALVOLA DI ESPIRAZIONE

La valvola di espirazione è un dispositivo integrato nel respiratore e progettato per rimuovere l'aria in eccesso espirata che si accumula nello spazio della maschera.

I respiratori con valvola di espirazione durano più a lungo poiché, insieme all'aria, viene rimossa anche l'umidità in eccesso, il che riduce l'efficienza del filtro. La valvola facilita la respirazione, aiuta a rimuovere l'aria riscaldata dallo spazio della maschera e riduce la concentrazione di anidride carbonica sotto il respiratore.

Nella moderna RPE vengono utilizzate valvole di espirazione di varie forme e design. La valvola classica è composta da una base, un diaframma e un coperchio, può essere di diverse forme (tonda, quadrata, rettangolare) e fissata in diverse parti del respiratore (al centro o in una delle parti).

La presenza della valvola diventa di fondamentale importanza quando si lavora in condizioni difficili - al caldo o a temperature sotto lo zero: rimuovendo l'aria espirata e l'umidità, la valvola aumenta notevolmente il livello di comfort durante il funzionamento di questo DPI

Le valvole vengono costantemente migliorate per rendere la respirazione il più semplice possibile durante il lavoro.


VANTAGGI DELLA VALVOLA

  • Fornisce un basso livello di accumulo di anidride carbonica, umidità e calore nello spazio della maschera.
  • Crea una minima resistenza respiratoria.
  • Ampia area della valvola di espirazione.
  • La membrana è resistente all'umidità, funziona bene in condizioni di temperature molto basse (fino a -40 °C). La posizione dei fori nel coperchio della valvola consente di rimuovere in modo più efficace l'aria espirata dallo spazio sottomaschera.


RESPIRATORI SENZA VALVOLA DI ESPIRAZIONE

Scegli un respiratore senza valvola se sei malato. L'aria che espiri attraverso la valvola di espirazione può infettare altre persone.


COME INDOSSARE CORRETTAMENTE UN RESPIRATORE?

Molti devono affrontare il fatto che non sanno come indossare correttamente un respiratore. Un respiratore indossato in modo improprio diventa inefficace e il suo utilizzo non fornisce protezione contro aerosol, vapori, polvere, che possono contenere non solo sostanze nocive, ma anche batteri e virus.

L'adattamento del respiratore è molto importante. La semimaschera filtrante è più efficace quando i suoi bordi si adattano perfettamente al viso. Se l'adattamento è scarso, il livello di protezione si riduce e l'aria contaminata può entrare nello spazio formatosi lungo la linea di otturazione.

Non utilizzare un respiratore se indossi la barba: ciò viola la tenuta del suo adattamento al viso.

Ecco una guida passo passo su come indossare correttamente un respiratore.

  1. Rimuovere il respiratore dalla confezione e inserirlo nel palmo della mano.
  1. Posizionare il respiratore sul mento in modo che la parte inferiore del respiratore sia sotto il mento.
  1. Con l'altra mano, tira la cinghia inferiore e avvolgila sopra la testa e intorno al collo. Non deve essere attorcigliato.
  1. La cinghia superiore deve essere tirata e indossata sopra la testa sulla parte posteriore della testa in modo che la cinghia sia sopra le orecchie. Non deve essere attorcigliato.
  1. Stringere/allentare le cinghie per la testa, ottenendo una perfetta aderenza della semimaschera al viso lungo la linea di otturazione.
  1. Utilizzare entrambe le mani per premere la clip di alluminio contro il naso per garantire una perfetta aderenza.

Grazie al principio di funzionamento, il respiratore è in grado di proteggere più efficacemente gli organi respiratori da aerosol e polvere, che possono contenere virus e batteri patogeni.

Grazie al design che si adatta perfettamente al viso lungo la linea di otturazione, il respiratore proteggerà dalla penetrazione nello spazio sotto la maschera e quindi negli organi respiratori di virus e batteri.

I modelli con una rete speciale all'esterno proteggeranno lo strato filtrante del respiratore dalla contaminazione delle mani e, quindi, ne prolungheranno la durata.

Le fasce elastiche del respiratore sono sempre regolabili per garantire comfort e sicurezza: una tensione sufficiente contribuisce ad una vestibilità aderente e l'assenza di eccessiva pressione sul viso, la possibilità di cambiare la posizione degli elastici di fissaggio sulla testa eviterà spiacevoli pressione dietro le orecchie.

Conoscendo ora il principio di funzionamento di un respiratore e le caratteristiche del design non sarà più difficile decidere cosa scegliere esattamente per una protezione affidabile.